PASSIONE COLLEZIONISMO

DYLAN DOG RACCOLTA RAGIONATA

FUMETTI VARI SELEZIONE RAGIONATA

GADGETS E ACTION FIGURES

RIVISTE E LIBRI DA COLLEZIONE

TOPOLINO - DISNEY - PANINI

VINILI E CD SELEZIONE TRA IL MEGLIO DISPONIBILE, COLLEZIONE

IL PIACERE DEL CINEMA, COLLEZIONE

[email protected]Instagram

L'hobby del collezionismo consiste nella raccolta di oggetti di una particolare categoria, deve le sue origini all'antica Grecia dove esso si basava sull'esposizione di materiale artistico il quale era collocato nei diversi spazi comuni, come l'agorà o il foro, o all'interno di templi o strutture private aristocratiche.

Cosa ci spinge ad accumulare articoli rari? Alla base di tutto c'è probabilmente un ideale di completezza e perfezione.

Il collezionismo ha sempre delle implicazioni di natura esistenziale che riguardano la sfera personale e sentimentale di chi lo pratica.

Il collezionista è spinto dall'amore per la raccolta di varie specie di oggetti, praticata talvolta per scopi culturali o di investimento finanziario, talvolta per una vera e propria curiosità o addirittura mania.

Il collezionista è un inguaribile romantico, una persona che riesce a conciliare ciò che apparentemente si trova agli antipodi : la passione ed il raziocinio.

Da una parte quindi la sfera irrazionale o sentimentale, che ha la funzione di alimentare la ricerca, dall'altra la dimensione più analitica e rigorosa, che consente di collocare ogni cosa al suo posto e di stabilire opportune relazioni d'ordine.

Il collezionista ha una curiosità immensa per cose e particolari che a molti sembrano superflui e inutili, e la sua passione è alimentata dalla fantasia, da una precisa capacità di sognare, che lo muovono ad agire e ad intraprendere itinerari originali nel suo percorso di catalogazione individuale.

Proprio per lo stretto legame che esiste tra il collezionista e i suoi oggetti, dietro ad ogni collezione c’è sempre un mondo, un itinerario esistenziale che ricostruisce le sue vicende personali personali e storiche.

Collezionare è cultura, arte e felicità.

Parlando di fumetti,il fumetto non è roba per bambini. Purtroppo è solitamente questo il pensiero comune, fumetto inteso come letteratura di serie B, cosa per ragazzini, come diversivo, intrattenimento, ridimensionato nella sua importanza.

Il fumetto può essere intrattenimento, può divenire diversivo, può essere diretto a ragazzi e bambini.

Ma questo non significa che non esista il fumetto impegnato, quello per adulti, quello che sviluppa e tocca determinate tematiche.

Può essere scritto bene o male, puntare sul disegno o sulla storia, avere forma letteraria o prediligere una dimensione più figurativa.

Come tutte le forme artistiche il fumetto ha la sua storia, i suoi eroi, i suoi capolavori.

Che si tratti di Comics (negli USA), Manga (in Giappone) o Bande Dessinée (in Francia/Belgio), che sia il fumetto italiano o quello sud-americano, stiamo comunque parlando di una grossissima fetta di autori, appassionati, editori e collezionisti.

Tra i fumetti e romanzi a fumetti (graphic novel) capolavoro più importanti possiamo citare : Watchmen, V for Vendetta, Il ritorno del Cavaliere Oscuro (Batman), Il Corvo, Le avventure di Tin Tin, I Maestri dell'orzo, Persepolis, Devilman di Go Nagai (quello di Goldrake), Corto Maltese di Hugo Pratt.

Tra i migliori fumetti italiani potremmo citare alcuni titoli (altri più esperti sapranno fare meglio di me) :

Moby Dick di Artibani e Mottura
Sweet Salgari di Paolo Bacilieri
Kraken di Emiliano Pagani e Bruno Cannucciari
La Profezia dell'armadillo di Zerocalcare
Storie dallo spazio profondo di Bonvi e Guccini
Appunti di una storia di guerra di Gipi
Una ballata del mare salato di Hugo Pratt
I custodi del Maser di Massimiliano Frezzato
Rat-Man
Ken Parker di Giancarlo Berardi e Ivo Milazzo
Alan Ford di Max Bunker e Magnus
Sulle rotte dell'Immaginario di Sergio Toppi
Le straordinarie avventure di Penthotal di Andrea Pazienza
Cattivik
Martin Mystere
Tiramolla
Lupo Alberto
Kobane Calling di Zerocalcare

e certamente i vari tra Tex, Diabolik, Dylan Dog, Julia, Valentina, Milo Manara, Zerocalcare.

Questo piccolo sito è stato da me creato per illustrare la mia collezione, sperando di essere utile a chi volesse entrare in questo mondo di passione, arte e cultura.

Alcuni aforismi ci possono essere di aiuto per sintetizzare in poche parole cosa sia il collezionismo :

Col fumetto posso fare di tutto, perché non è un'arte minore. E perché se l'arte è comunicazione, cosa c'è di più comunicativo del fumetto? (Hugo Pratt)

Cos'è in definitiva una collezione? Un mondo dentro il mondo (Marco Belpoliti, Colleziona, colleziona, qualcosa resterà, su La Stampa, 2015).

I collezionisti sono fisiognomia del mondo delle cose. È sufficiente osservarne uno e badare a come tratta gli oggetti della propria vetrina. Si direbbe che appena li tiene in mano appaia ispirato da essi, abbia l'aria di un mago che attraverso di essi guardi nella loro lontananza (Walter Benjamin, Scritti 1906-1940).

Se mi trovo in compagnia di persone intelligenti non fa differenza se uno è italiano, etiope o argentino. Solo la stupidità e l'insensibilità non hanno bandiere (Hugo Pratt).

Il vero collezionista è un bambino che ha appreso la difficile arte di abitare nelle cose che ha raccolto, senza fine (Marco Belpoliti, Colleziona, colleziona, qualosa resterà, su La Stampa, 2015).

Perché il fumetto è qualcosa che riesce a rappresentare graficamente i sogni di ognuno (Eiichirō Oda).

Instagram

Questo sito è stato realizzato al solo scopo di illustrare la mia personale raccolta e non ha nessun scopo economico.

Tutto il materiale elencato è posseduto da me nella mia raccolta personale.

Tutte le immagini sono proprietà dei rispettivi detentori del diritto di Copyright

[email protected]